Il finocchio

Il finocchio è una pianta ricca di acqua, con poche calorie che grazie al suo elevato contenuto in calcio, potassio, vitamina A e vitamina C, risulta particolarmente interessante a livello nutrizionale.

Contiene un buon quantitativo di polifenoli e in particolare di quercitina, un potente antiossidante con riconosciute proprietà antitumorali, acido rosmarinico, in grado di stimolare gli enzimi coinvolti nella depurazione del fegato e di apigenina, una sostanza con proprietà antinfiammatorie, antiossidanti, antiallergiche e antitumorali.

Fin dall’antichità, viene utilizzato per la sua capacità di favorire la salute dell’uomo, in particolare proteggere il fegato dimostrandosi un ottimo alleato per chi ha problemi epatici. Recenti studi hanno dimostrato anche una capacità di riduzione dello stress, oltre che le note proprietà digestive collegate a meteorismo, flatulenza, digestione lenta o stitichezza. Particolarmente indicato anche durante l’allattamento per alleviare le coliche dei bambini.

Approfondimento:

Quercitina: presente anche nel cappero ( pianta che ne contiene la maggior quantità rispetto al peso), il levistico, l’uva rossa e il vino rosso, la cipolla rossa, il tè verde, il mirtillo, la mela, la propoli e nel sedano.

Acido rosmarinico: presente in molte piante come il rosmarino, la salvia, la maggiorana, l’origano, il timo, la menta piperita e la melissa.

Apigenina:  presente nel prezzemolo, la cipolla, il sedano, il tè e il pompelmo e nelle foglie di camomilla. Si trova anche nel vino rosso e nella birra. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *